Senza titolo-5

Corte dei Conti: diritto alla riliquidazione del trattamento pensionistico affetto da plurimi errori di calcolo

La Corte dei Conti Sezione Giurisdizionale per la Regione Puglia – in funzione di Giudice Unico delle Pensioni – con la sentenza nr. 719/2018 del 26.10.2018 ha accertato e dichiarato il diritto di tre ricorrenti alla riliquidazione del  trattamento pensionistico goduto in qualità di sottufficiali dell’esercito (e “riservisti” dal 31.7.2012). I ricorrenti, patrocinati dallo Studio Legale[…]

Senza titolo-5

Responsabilità medica: il ricovero di un paziente in una struttura (pubblica o privata) deputata a fornire assistenza sanitaria avviene sulla base di un contratto tra il paziente stesso ed il soggetto gestore della struttura. Il gestore della struttura sanitaria deve rispondere dei danni derivati al paziente da trattamenti sanitari praticatigli con colpa e, pertanto, dall’accertamento della colpa del medico esecutore dell’attività che si assuma illecita, consegue la responsabilità dell’Ente Ospedaliero

Il Tribunale di Arezzo, con sentenza nr. 1048 del 07.11.2018 ha condannato, in solido tra di loro, due Aziende ospedaliere toscane, ed i rispettivi due medici convenuti in giudizio dal sig. Tizio, patrocinato dagli avv.ti Laura Lieggi e Francesco Terranova, per i danni causati dall’esecuzione di due successivi interventi chirurgici non adeguati. Nei fatti: il sig. Tizio nel 2010[…]

Senza titolo-5

Corte dei Conti – Diritto a percepire il trattamento pensionistico dal primo giorno successivo al collocamento in pensione per i lavoratori del comparto scuola e delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica

Una dipendente del Ministero dell’Istruzione, indicata dall’INPS quale beneficiaria della salvaguardia di cui alla legge 147/2014 (“lavoratori che nel corso dell’anno 2011 risultano essere in congedo ai sensi dell’articolo 42, comma 5, del testo unico di cui al decreto legislativo 26 marzo 2001, n.151, e successive modificazioni,o aver fruito di permessi ai sensi dell’articolo 33 ,[…]

Senza titolo-5

Indennità “tempo tuta” – Condanna per nota catena di ipermercati

La Sezione Lavoro del  Tribunale di Milano, con sentenza n. 260/2017, a conferma del recente orientamento giurisprudenziale – secondo il quale il cd. “tempo tuta”, anche quando non esplicitamente etero diretto dal datore di lavoro, deve essere retribuito, in quanto pacificamente rientrante nell’orario di lavoro – ha disposto la condanna del datore di lavoro, nota[…]