Effetti della separazione legale sui rapporti personali tra coniugi

28 maggio 2016

La sentenza (ovvero il decreto di omologazione) che pronuncia la separazione incide sugli obblighi gravanti sui coniugi a norma dell’art. 143 del codice civile. L’obbligo di coabitazione è formalmente sospeso, ed anche gli obblighi di assistenza morale e di collaborazione, fatta eccezione per quanto riguarda la prole, restano quiescenti.

In relazione all’obbligo di fedeltà il coniuge separato che intenda intraprendere una relazione sentimentale sarà tenuto a tenere un comportamento tale da non offendere la dignità, l’onore e la sensibilità dell’altro coniuge. Ogni violazione dell’obbligo di fedeltà verificatasi in epoca antecendente rispetto alla separazione consensuale o giudiziale potrà costituire autonoma fonte di risarcimento del danno (o di addebito) a favore del coniuge tradito.

La separazione legale incide sulla presunzione di concepimento della prole in costanza di matrimonio che non ha luogo qualora un eventuale figlio nasca decorsi trecento giorni dalla pronuncia di separazione giudiziale o dall’omologazione della separazione consensuale ovvero dalla data della comparizione dei coniugi davanti al giudice, quando quest’ultimo li abbia autorizzati a vivere separatamente con provvedimento provvisorio.